BLUE MOUNTAINS NATIONAL PARK…scenari infiniti

12australia-blue-mountainsTra i tanti Patrimoni dell’Umanità presenti in Australia, dal punto di vista naturalistico le Blue Mountains sono sicuramente uno dei più interessanti. Gli alberi di eucalipto che occupano le cime delle montagne creano la caratteristica foschia di colore azzurro che dà il nome alle montagne.

A soli 70 kilometri da Sydney, il parco offre una significativa rappresentazione della biodiversità australiana; dalla più nota località della zona, Katoomba, si possono organizzare i propri itinerari, e raggiungere i più suggestivi punti panoramici della zona.

Il Blue Mountains National Park vi farà innamorare con le sue cascate, i fiumi sotterranei, le valli sconfinate e i paesaggi incontaminati; qui dimorano anche rare specie animali e vegetali, nel luogo sacro per gli antichi aborigeni.

Imperdibili sono le cascate di Wentworth Falls, l’Echo Point, dove troverete anche uno stupendo ristorante, e le Jenolan Caves, le più spettacolare in Australia. Ma i posti che dovreste visitare sono molti di più, tra cui l’ icona del Parco Nazionale: la formazione rocciosa le “Tre Sorelle”, spettacolare per la sua posizione e per le leggende che la accompagna.

Esplora il parco scegliendo tra i 18 diversi percorsi  automobilistici, in mountain bike o semplicemente camminando in mezzo alle foreste di eucalipto. Il sito offre numerose altre opzioni per esplorare l’ambiente, quali arrampicata, escursioni nei canyon, canoa, cavalcata e campeggio. Oppure ammirare comodamente il panorama in funivia, sospesi a 270 metri di altezza sulla Scenic Skyway, o a bordo del treno panoramico più ripido al mondo, lo Scenic Railway, attraversando un suggestivo tunnel roccioso per poi ritrovarsi in un’antica foresta pluviale a fondovalle.

La calda atmosfera di pace e relax di questo paradiso naturale vi farà ,anche solo per poco, dimenticare la frenesia delle grandi città; vi invoglierà ad andare alla scoperta di nuovi ecosistemi, specie ed esperienze, immersi in un paesaggio indimenticabile.

Conviene visitare la riserva tra giugno e settembre, periodo col minor numero di precipitazioni.

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti