IL PARCO NAZIONALE DI MULU – RITROVATO IL “GIARDINO DELL’EDEN”.

parco-naz-muluPatrimonio dell’umanità UNESCO per la biodiversità e per il suo impressionante sistema di caverne, il più esteso al mondo. Il parco è un’area coperta da vegetazione di tipo tropicale molto fitta e caratterizzato dalla presenza di caverne gigantesche e da singolari formazioni rocciose dette pinnacoli (degli affilati spuntoni di roccia che dal fondo della foresta pluviale si innalzano per 40/30 metri).

Tra i vari stupefacenti fenomeni carsici che qui troviamo, probabilmente il più particolare è il “Giardino dell’Eden”: la ricca vegetazione tropicale che ricopre la grotta è attraversata da un ruscello trasparente e un’apertura sul tetto lascia filtrare la luce del sole e da un’aria ancora più mistica a questo mondo nascosto. L’unico modo per raggiunge questo luogo misterioso è attraversare la grotta principale, poiché è circondato da pareti a strapiombo.

Tutto nelle grotte di Mulu è impressionante, ma la cosa che forse causa più stupore sono i pipistrelli. Poco prima del tramonto migliaia di pipistrelli escono dalle caverne e iniziano il loro esodo verso l’orizzonte, sfrecciando in uno sciame a forma di spirale.

Tra le varie attività che si possono praticare nel parco, per i più avventurosi, c’è la possibilità di scalare la montagna Gunung  Mulu, che con i suoi 2.376 metri è ritenuta la metà di trekking più estenuante del parco. Per scalare questa montagna sono necessari almeno 4 giorni di cammino, pernottando in capanni di legno, ma ciò permette al viaggiatore di ammirare delle specie di piante endemiche molto rare che crescono solo a queste altezze e di fondersi completamente con la natura che lo circonda.

Gli itinerari possibili sono molteplici, tuttavia si segnalano:

  • La Grotta Lang, scoperta per caso da un abitante del posto
  • la Grotta Deer, o Grotta dei cervi, ritenuta una delle più grandi al mondo e che è dimora di circa 2 milioni di pipistrelli.
  • La Grotta Clearwater, che viene attraversata da un meraviglioso ruscello sotterraneo il quale, all’esterno della grotta, fuoriesce dalla parete rocciosa e crea una piscina naturale di acqua cristallina dove è possibile immergersi e rinfrescarsi.
  • “Mulu Canopy Skywalk”, un percorso di 450 metri su un ponte sospeso a 15/25 metri di altezza dal suolo della foresta.
  • “Tree Top Tower”, il punto ideale per il birdwatching poiché si tratta di una torretta costruita sulla cima degli alberi, a 30 metri d’altezza.

Per visitare il parco si può usufruire del collegamento aereo giornaliero tra Mulu e Miri, città malese del Sarawak che rappresenta il punto di partenza ideale per i vari itinerari.

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti