Sorprese in Corea del Sud

Penisola vicina al Paese del Sol Levante, lambita da Mar Giallo e Mar del Giappone, la Corea del Sud è famosa per lo sviluppo tecnologico e il benessere della popolazione. Nella metropoli Seoul, centro politico, economico e culturale troviamo porte e palazzi antichi, ma anche moderne attrazioni come parchi, campi da golf, jazz bar e casinò.
I 10 km del parco fluviale urbano di Cheonggyecheon attraversano la città: lungo il canale molti sono gli scorci interessanti in cui ci si imbatte, tra cui le opere di artisti contemporanei sul Muro della Cultura. Il Gyeongbokgung Palace, principale e più antica residenza della Dinastia Joseon, ospita al piano terra il National Folk Museum of Korea. Altra vista imponente è quella della Porta Namdaemun e del mercato tradizionale all’aperto che si svolge nei suoi pressi, aperto anche di notte dalle 23:00.

La Corea del Sud vanta splendidi siti UNESCO classificati come bellezze naturali: uno di questi è l’isola Jeju-do, al di sotto della penisola coreana. L’isola cela cascate e crateri vulcanici come il Sunrise Peak: sempre più coppie scelgono questo ambiente suggestivo per il loro viaggio di nozze. La Montagna di Diamante, Geumgangsan, con i suoi 12’000 pinnacoli e centinaia di valli è invece il monte più ammirato della nazione.

Uno spettacolo sorprendente è quello dato dalle acque del mare che si separano lasciando un lembo di terra tra l’isola Jindo e la più piccola Modo: durante il Jindo Miracle Sea Road Festival, in primavera, è possibile attraversare questa striscia di 2,8 km a piedi, ricordando di mettersi un paio di stivali. Se cercate invece la spiritualità, per i turisti c’è la possibilità di provare la vita monastica con un soggiorno nei templi buddhisti.

(foto: Jindo Miracle Sea Road Festival)

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti